Uova e asparagi in ‘cereghin’, come vuole la tradizione

Ricetta tipica del periodo che va da metà marzo a maggio è quella degli asparagi con uovo in ‘cereghin’.

Gli asparagi sono un ortaggio primaverile per eccellenza e, oltre a essere buonissimi, fanno anche bene. Sono ricchi di vitamine (C, A ed E), hanno un contenuto prezioso di fibre e sali minerali e sono noti anche per le loro proprietà drenanti e antinfiammatorie.

L’asparago più comune è quello verde, ma esistono anche bianchi, rosa e viola, il famoso asparago di Cilavegna, in provincia di Pavia.

L’accostamento tipico dell’asparago è con l’uovo. Alzi la mano chi non va pazzo per gli asparagi con l’uovo in cereghin? Cereghin, per tutti i non pavesi, è il classico uovo al tegamino.

A Cilavegna questo piatto è detto “Aspargià”, dove esiste una vera e propria cultura legata a questo ortaggio. Innanzitutto gli asparagi si dividono in 3 categorie: prima, seconda, terza. In questo caso utilizzeremo gli asparagi di prima, ossia i più grossi. Si tratta di una ricetta molto semplice, fatta con ingredienti semplici, ma ci sono alcuni accorgimenti da tenere presente durante la preparazione.

Cosa serve per una porzione di uova e asparagi:

  • 10 asparagi
  • 1 uovo
  • Grana Padano
  • Burro

Tagliate la parte dura dei gambi degli asparagi, e scottateli per 15 minuti in acqua salata bollente. Scolateli facendo attenzione a non rovinare le punte, e sistemateli su un piatto da portata.

In un tegame sciogliete una noce di burro a fuoco basso. Una volta che il burro avrà raggiunto il classico color nocciola, aggiungete l’uovo sgusciato con massima delicatezza, facendo attenzione a non rompere il tuorlo. Lasciar rapprendere l’albume, mentre il tuorlo deve rimanere molto morbido.

Una volta che l’uovo sarà cotto, spostatelo da parte e aggiungete gli asparagi per farli rosolare nel burro.Spolverizzate il tutto con il Grana Padano, lasciate sciogliere un minuto e servite ben caldo.

Mia nonna cuoceva rigorosamente una porzione di uova e asparagi alla volta!