Cosa mangiare a Pavia: tutte le specialità gastronomiche da provare

Pavia si trova in Lombardia, a 35 chilometri da Milano e comprende 3 territori: il Pavese, la Lomellina e l’Oltrepò.

L’Oltrepò Pavese è sinonimo di ottimi vini con le dolci colline ricoperte di filari di uve che donano pregiati vini DOC rossi, bianchi e rosati. La Lomellina è la terra del riso per antonomasia, con più di 1.000 chilometri quadrati di risaie e il pavese è una fertile pianura bagnata dal Po e dal Ticino, dove si trovano tanti ristoranti e trattorie tipiche per degustare le specialità del luogo.

Cosa mangiare a Pavia e dintorni:

Gli antipasti

  • Salame d’oca di Mortara;
  • Salame di Varzi accompagnato una bella fetta di Miccone;
  • ‘Salam ad lula’ salamino cosparso di grasso del lardo;
  • Giardiniera, mix di verdure sottaceto, rigorosamente fatto in casa;
  • Schita, un frittella che accompagna ai salumi locali;
  • Insalata con tonno, fagioli e rigorosamente cipolla di Breme.

I primi

I secondi

Dolci

  • Brasadè: dolci ‘non dolci’ tipici dell’Oltrepo Pavese;
  • Torta Paradiso, storico dolce pavese famoso in tutto il mondo;
  • Offelle di Parona: dolcetto, dall’inconfondibile forma ovale;
  • Patona, versione pavese del tradizionale castagnaccio di farina di castagne;
  • Torta di mandorle di Varzi;
  • San Sirini: dolce tipico della festa del patrono di Pavia;
  • Pangialdine, dette anche pan meini o oss di mort, sono un dolce tipico della Lomellina.;
  • Il Nusat, l’antica torta di zucca dell’Oltrepo Pavese.

Ti potrebbe interessare anche: