Da vedere in Alsazia, tre giorni sulla strada del vino

Partendo da Pavia, consigliamo di spezzare il viaggio fermandosi una notte a Mulhouse, un buon punto di partenza per scoprire l’incantevole regione dell’Alsazia

Si può iniziare a visitare la città partendo da Place de la Reunion.
Il tempio Saint-Etienne è la chiesa protestante più alta di Francia. La Maison Mieg è uno degli edifici che caratterizzano la piazza. Da vedere per lo stile architettonico e decorativo l’antico municipio, la cui facciata è decorata da bellissimi trompe-l’oeil.

Consiglio: gustatevi una birra fresca in uno dei numerosi bar con i tavoli all’aperto.

Questa città è chiamata anche la capitale europea dei musei tecnici.
Mulhouse è famosa per la Città dell’Automobile, ossia il più importante museo automobilistico del mondo. Il biglietto d’ingresso costa 14 euro. Qua si trova anche la Città dei Treni, dove sono esposte varie locomotive: si può anche salire sui vecchi vagoni. Il biglietto d’ingresso costa 13 euro.

DOVE MANGIARE
Una sosta a Mulhouse è anche una buona occasione per iniziare ad assaporare la cucina del territorio.
Consigliamo una cena al ristorante Zum Sauwadala, una tradizionale Winstub che propone la cucina tipica alsaziana.

EGUISHEIM

Eguisheim è il primo paese che merita di essere visitato, uno dei borghi più belli dell’Alsazia e di tutta la Francia.
I colori delle case e i fiori in ogni angolo, rendono questo villaggio un luogo magico e molto romantico. Consigliamo di visitarlo, passeggiando per le sue viette con il naso all’insù per vedere splendide cicogne svolazzare sopra le vostre teste, scorgendo qua e là nidi con i loro piccoli.

Consiglio: fermatavi per una prima degustazione del vino alsaziano alla cantina Wolfberger.

COLMAR

Colmar è una città che si può visitare tranquillamente a piedi.
Da non perdere la Petite Venise, un angolo di città attraversato da un canale navigabile. Piccole barche a motore elettrico, a prezzo di 6 euro a persona, effettuano una breve ‘crociera’ per i canali.

Consiglio: potete pranzare al vecchio mercato coperto. Nella bella stagione si può approfittare della terrazza sul canale, dove si può mangiare la ‘Tarte Flambée’ o ‘Flammkuchen’, la tipica “pizza” alsaziana.

KAYSERSBERG

Kaysersberg è un’antica città imperiale che ha conservato tutto il suo splendore medievale.
Passeggiando per il centro del piccolo borgo, non si può fare a meno di fotografare le tipiche e colorate case a graticcio (vecchie case costruite con travi in legno).

Consiglio: con 10 minuti di cammino fra i vigneti, si può raggiungere l’antica Roccaforte.

RIQUEWHIR

Riquewihr è proprio un paese da fiaba, infatti ha ispirato i disegnatori del film ‘La Bella e la Bestia’.

Consiglio: per pranzo o per cena, fermatevi in una delle tante Winstub del paese. In origine consisteva in una stanza aperta al pubblico dove i viticoltori potevano vendere il surplus della loro produzione, oggi è il tipico ristorante alsaziano, dove assaggiare le abbondanti pietanze.

Per chi volesse spezzare il tour degli antichi borghi, consigliamo due mete alternative, ideali anche per i bambini.

MONTAGNA DELLE SCIMMIE

Il parco della Montagna delle scimmie ospita circa 300 macachi. Si tratta di un centro presente da 50 anni, dove i biologi possono studiare le scimmie e comprenderne il comportamento sociale.
E’ interessante passeggiare nei boschi osservando questi simpatici animaletti in cattività.

Il biglietto d’ingresso costa 11 euro.

VOLIERA DELLE AQUILE

Fra le rovine del castello di Kintzheim, è possibile assistere ad un affascinante spettacolo di falconeria. I più grandi rapaci del mondo volano ad appena qualche centimetro sopra le vostre teste.

Il biglietto d’ingresso costa 9 euro.

DOVE DORMIRE
Noi abbiamo dormito nel cuore del piccolo villaggio vinicolo di Rodern, a Fleur et Fruit de Vigne & Spa. Un’affascinante fattoria del XVI secolo, ristrutturata in modo delizioso, con piscina riscaldata, sala da biliardo e colazione con prodotti tipici locali. Posto indimenticabile!