Fattoria del Pesce a Cassolnovo, dove nasce la trota di qualità

Nel cuore del parco Naturale della Valle del Ticino, a Cassolnovo in provincia di Pavia, nasce la Fattoria del Pesce. Un’azienda di assoluta eccellenza italiana che è dedita all’allevamento della trota iridea.

Il contesto naturalistico lascia, chi visita questo posto, letteralmente a bocca aperta. Le lunghe vasche dove vengono allevate le trote sono alimentate dalla acque incontaminate di risorgiva proveniente dai ghiacciai dalle Alpi Occidentali

Ciò consente di allevare il pesce in condizioni molto simili a quelle naturali.

Ci accoglie Maurizio Grispan, direttore della Fattoria del Pesce.
Grazie alla sua esperienza decennale nel campo dell’acquacultura, conduce l’azienda con l’ambizione di far diventare la trota un prodotto che più spesso finisca sulle tavole degli italiani:

“La trota viene percepita come un prodotto proletario, noi vogliamo cambiare questa concezione. Le trote rappresentano un vero toccasana per la salute: 140 grammi di trota apportano il giusto quantitativo di Omega 3 per il fabbisogno di un adulto per una settimana. Qui abbiamo un’area di 200 ettari dove le risorgive danno ambienti diversi ai nostri allevamenti.

Dovete sapere che la trota è anche un indicatore di qualità dell’ambiente, quindi devo darle le migliori condizioni ambientali possibili dall’inizio alla fine delle vasche”

Come si diceva la trota è un prodotto a volte snobbato dalla famiglia italiana ma che invece riveste un’importanze fondamentale in una dieta sana ed equilibrata. Studi universitari hanno dimostrato come la carne di questo pesce sia da considerarsi un alimento irrinunciabile: è ricca di Omega 3 e povera di colesterolo. E’ ideale per chi soffre di malattie cardiovascolari e consigliatissima anche per i bambini, già a 8 mesi si può mangiare un preparato di trota fresca.

Nella ricerca della sua valorizzazione si è cercato anche un connubio tra la carne di trota e i prodotti del territorio che ha permesso alcune interessanti sperimentazioni: con dei formaggi locali sono state create delle girelle di trota, col riso della Lomellina un sushi italiano che è stato apprezzato.

“La trota è un buon pesce da famiglia – ci racconta Grispan – non lascia particolari odori quando lo si cucina, è molto digeribile e i bambini già dagli otto mesi possono mangiarla. Stiamo cercando di introdurla anche nelle mense scolastiche”.

Al termine della visita alle vasche si arriva nei laboratori dove il pesce viene lavorato per realizzare varie tipologie di prodotto (freschi, preparati e trasformati). Gli operai sono veri artigiani del pesce: il lavoro manuale si affianca a quello meccanico per avere un prodotto finale perfetto. La trota spinata che viene molto richiesta dal mercato svizzero.

“Il prodotto lo abbattiamo, lo lavoriamo coi macchinari, lo evisceriamo, e lo delischiamo. Lì si apre una serie di lavorazioni che noi facciamo, soprattutto per il mercato svizzero ma anche per quello italiano”.

A Pavia i prodotti della Fattoria del Pesce sono disponibili presso Esselunga e Bennet, mentre in centro da AgriPavia.
Maurizio Grispan ci ha consigliato un’ottima pasta con sugo di trota e cannellini.

Ti potrebbe interessare anche:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *