Itinerari a piedi in Oltrepo Pavese: Sentiero delle Fontane e altri percorsi

L’Oltrepò Pavese regala bellissimi scorsi naturalistici e offre l’opportunità di goderli con una piacevole passeggiata. Vi consigliamo alcuni percorsi accessibili a tutti:

Sentiero delle Fontane

Il Sentiero delle Fontane, in alta Val Nizza, è un percorso di circa 7 chilometri, un po’ in salita e metà in discesa, con un dislivello di 200 metri. Tutta la zona collinare, a sinistra del torrente Nizza, è ricca di sorgenti d’acqua naturali. L’attività di queste sorgenti è perenne e ne contiamo 6 tutte da scoprire durante la camminata.

Si parte dalla Cappella votiva in via della Vigna a Poggio Ferrato e si scende fino ad attraversare il torrente Colarello. A questo punto è d’obbligo una sosta alla fontana. Si attraversano i borghi di Poggio Ferrato e Casarasco, con le classiche case in sasso, antica rocca dei primi Malaspina.

Si prosegue sulla strada asfaltata fino all’oratorio di San Rocco, con una sosta intermedia a Casarasco.

Quando si riparte si sale alla frazione Monte, appartenente all’abazia di S. Alberto di Butrio. Poco prima del centro abitato si incontra la sorgente Boiolo e, con una breve deviazione, si arriva alla sorgente Fontanino.

Si riparte da Monte sull’Anello del Re. Superata la fontana dei Fracion si arriva nel Castanetum, area boschiva con querce e castagni, che si estende da Pizzocorno e Oramala. Un’indicazione fa salire alla sorgente della Croesa, per poi raggiungere la sorgente di Calasco, la più attiva di tutta la valle.

L’itineario del Sentiero delle Fontane termina alle vasche della fontana di Moglie, appena sotto il borgo di Poggio Ferrato. Se si è un po’ fortunati, lungo il percorso, si potranno anche ammirare i caprioli e daini intenti a brucare nei prati.

Altri percorsi da non perdere:

La grotta di San Ponzo

Il paese di San Ponzo è il punto di partenza per la visita delle Grotte di San Ponzo. Una camminata facile di circa 3 km che vi porterà a conoscere questi anfratti. Qui nel III secolo visse da eremita San Ponzo le cui spoglie si conservano all’interno della pieve.

Sentiero del grillo a Bosmenso

Per chi ama camminare segnaliamo il Sentiero del Grillo che collega il paese di Bosmenso al paese di Varzi e si sviluppa su una strada sterrata. Nonostante non sia un percorso brevissimo è una passeggiata adatta a tutti: il modo migliore per fare attività fisica.

Sentiero della Faina a Menconico

La riserva naturale regionale Monte Alpe a Menconico è un luogo di conservazione della biodiversità dove osservare diverse specie di flora e fauna. Segnaliamo in particolare il Sentiero della Faina un sentiero ad anello breve (1,5 km) adatto a tutti che si snoda all’interno della pineta e nel bosco.

Orridi di San Antonino

Si arriva al comune di Torrazza Coste e si prosegue seguendo le indicazioni (3 Km) per gli orridi di Sant’ Antonino (o del Monte Marcellino), un luogo suggestivo caratterizzato da burroni che finiscono a picco nel Rio Fossone. Dal paesino di Nebbiolo, si può ammirare una spettacolare vista dall’alto degli orridi di S. Antonino. La strada è molto stretta e a volte poco accessibile, consigliamo di percorrerla con una macchina dalle dimensioni ridotte.

Anello di Rocca Susella

La visita alla Pieve di San Zaccaria è anche il punto di partenza per percorrere l’anello di Rocca Susella.
Una volta visitata la pieve, è possibile percorrere il sentiero sulla stradina asfaltata antistante la chiesa che arriva fino agli Orridi di Rocca Susella. Il percorso anulare è sicuramente una facile passeggiata che si svolge interamente su stradine sterrate ed in parte su asfalto. I paesini di riferimento sono: Stallara, Ca Bussolini e San Paolo.

Ti potrebbe interessare anche: