Rina Monti, docente all’Università di Pavia e prima donna cattedratica in Italia

Cesarina Monti, detta Rina era una scienziata nata nel 1871 nel piccolo borgo di Arcisate in provincia di Varese. Si laureò a Pavia nel 1892 in Scienze Naturali e fu allieva prediletta dei professori Leopoldo Maggi e Pietro Pavesi, entrambi insegnanti di scienze all’Università di Pavia.

Rina iniziò a lavorare come assistente alla cattedra di mineralogia per poi passare a quella di biologia. Nel frattempo si dedicò anche alla ricerca ed inizio a studiare il sistema nervoso degli insetti, dei pesci e poi degli uccelli. Nel 1898 ottenne la libera docenza in Anatomia e Fisiologia comparate e fu eletta membro corrispondente del Reale Istituto Lombardo di Scienze e Lettere.

Agli inizi del Novecento la scienziata inizia a collaborare con il fratello Achille, anatomo patologo a Pavia, a uno studio sulle marmotte, per poi accettare la supplenza nel corso di Anatomia e Fisiologia.

Nel 1903, sposò il professor Augusto Stella. Nel 1905, dopo la morte del professor Leopoldo Maggi, divento la nuova professoressa del corso di Anatomia e Fisiologia dell’Università di Pavia, diventando così la prima donna ad ottenere una cattedra universitaria nel Regno d’Italia.

Cesarina Monti si ammalò e morì a Pavia il 25 gennaio 1937. Nel 2013 Pavia ha voluto renderle omaggio con l’assegnazione di Via Rina Monti Stella, nella zona nord-occidentale della città.

Ce ne parla FAI Giovani Pavia nella Rubrica “Donne per Pavia” dedicata ai grandi personaggi femminili che hanno lasciato un segno nella nostra città. Potete seguirla sulla loro Pagina Facebook ufficiale e Instagram.

Ti potrebbe interessare anche: