Il San Matteo di Pavia ringrazia i suoi dipendenti e brinda con La Versa

Il Policlinico San Matteo di Pavia, sempre in prima linea durante l’emergenza sanitaria Covid-19, ringrazierà i propri sanitari impegnati in questa terribile emergenza, brindando con le bollicine firmate La Versa e Terre d’Oltrepò.

La cantina oltrepadana sarà tra i partner (insieme a Riso Scotti, UnionPlast di Confindustria e Visconti Banqueting) del brindisi di ringraziamento che i vertici del Policlinico pavese organizzeranno martedì 14 luglio, alle 17, presso il piazzale ingresso interno, palazzina direzione strategica/presidenza.

L’obiettivo, con la consapevolezza generale che la pandemia non è assolutamente finita, è quello di organizzare un evento corale per ringraziare pubblicamente tutti i sanitari e non solo che si sono distinti con professionalità nella gestione dei mesi più critici di questa emergenza Covid.

“Abbiamo immediatamente risposto affermativamente all’invito del Presidente e del Direttore Generale del San Matteo perché riteniamo quanto fatto dai medici un qualcosa di straordinario. Impensabile soltanto qualche mese fa – spiega il presidente di La Versa e Terre d’Oltrepò, Andrea Giorgi Proprio per questo ci siamo subito messi a disposizione fornendo i nostri spumanti per il brindisi di martedì pomeriggio. Per noi è motivo di orgoglio essere al fianco di una così illustre realtà, ma lo è ancor di più perché abbiamo la possibilità di ringraziare con un bicchiere di bollicine tutti quegli eroi che nelle corsie hanno salvato migliaia di vite da un terribile virus che ha sconvolto la nostra vita”.

Per questo la dirigenza di La Versa e Terre d’Oltrepò ha deciso di realizzare un’apposita etichetta celebrativa di questo momento storico con hashtag #allasalute che ha rappresentato anche il claim della raccolta fondi a favore del Policlinico che la stessa cantina ha organizzato nel mese di marzo e aprile.

“Doneremo ad ogni reparto del Policlinico – spiega Giorgi un magnum Testarossa 2015 con etichetta personalizzata e forniremo per il brindisi, oltre alle bottiglie singole, anche due grandi matusalem, due preziose testimonianze della nostra storia che vogliamo condividere con tutto lo staff di un’ospedale che, ancora una volta, si è dimostrato un’eccellenza sanitaria a livello nazionale ed un orgoglio tutto pavese”.

Ti potrebbe interessare anche: