Sartirana Lomellina, un concorso per dedicare la prima via ad una donna

In Italia ogni 100 vie e piazze dedicate a uomini più o meno illustri, poco più di 7 portano nomi femminili. Di queste più della metà è rappresentato da Madonne, Sante e martiri.

Non fa eccezione Sartirana Lomellina dove, se si esclude un tratto del vicolo dello Spalto solo informalmente chiamato Virgo Potens, nessuna via è intitolata a una donna. Per questo motivo, la Civica Biblioteca “Francesco Moro” ha lanciato un concorso di idee, aperto a tutti i sartiranesi under 30, per identificare la prima donna, o gruppo di donne, protagoniste della storia locale, nazionale o internazionale a cui dedicare un luogo del paese.

In palio un buono del valore di 100 euro per l’acquisto di libri

Scopo dell’iniziativa favorire la partecipazione democratica dei concittadini più giovani e invitarli a una riflessione sul ruolo, troppo spesso dimenticato, che le donne hanno avuto e continuano ad avere nella società, nella storia e nella cultura.

Un modo certamente per ricordare le grandi figure dell’arte, della scienza e della letteratura ma anche donne, i cui nomi restano sconosciuti per la maggior parte delle persone, ma che in un piccolo centro come Sartirana hanno ricoperto ruoli importanti e compiuto imprese degne di essere ricordate.

Come partecipare

Fino al 30 aprile 2020, ragazzi e ragazze di Sartirana potranno proporre le proprie candidature attraverso un form online disponibile sui profili Facebook della biblioteca e del Comune, oppure scaricando l’apposito modulo dal sito del Comune e inviarlo compilato all’indirizzo bibliotecadisartirana@gmail.com .

Ogni candidatura dovrà essere corredata da una motivazione di almeno 300 battute che aiuterà la commissione interna alla civica biblioteca a decretare la propria scelta. Unico vincolo per la proposta è che il singolo nome appartenga a una persona deceduta da almeno 10 anni, come previsto dalla legge.

Ti potrebbe interessare anche: