Tamponi in auto a Pavia con l’aiuto dei militari: come funziona

Da mercoledì 18 novembre 2020, grazie all’importante collaborazione con le istituzioni locali, il corpo militare dell’Aeronautica insieme ad ATS Pavia allestirà una tensostruttura dedicata alla somministrazione dei tamponi nasofaringei, sia normali che rapidi antigenici.

Dove fare il tampone in auto a Pavia

Il corpo militare dell’Aeronautica, in collaborazione con ATS Pavia, si occuperà della gestione della tensostruttura che sarà allestita in Località Cascinazza (zona Campus Aquae): grande sei metri per sei, la struttura consentirà il transito delle auto con a bordo le persone sulle quali i medici e gli infermieri militari potranno effettuare lo screening.

Un tendone servirà per il passaggio delle vetture, l’altro invece per espletare le pratiche amministrative. Saranno di competenza di ATS il coordinamento del personale impiegato all’interno della struttura e la gestione della spedizione dei referti.

Come fare il tampone in auto

I cittadini potranno sottoporsi al tampone restando seduti nella propria auto, riducendo così al minimo i pericoli di assembramento, una modalità già attiva in diverse città lombarde.

La struttura, attiva dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 12:30, sarà ad accesso diretto con impegnativa del medico di medicina generale e con precedenza per alunni, studenti e personale delle scuole. L’orario e l’organizzazione potranno essere potenziati e modulati in base al fabbisogno.

Grazie alla presenza di squadre composte da un medico e due infermieri ciascuna, messi a disposizione dall’Esercito, la struttura si aggiungerà alla rete di laboratori e punti tampone tutt’oggi attivi sul territorio del Pavese, dell’Oltrepo’ e della Lomellina. Per garantire il regolare svolgimento delle attività, l’Esercito metterà a disposizione anche personale di supporto che si occuperà della logistica quotidiana.

Un lavoro di squadra

Forte la collaborazione tra le istituzioni: la Provincia di Pavia che ha coinvolto la Protezione civile, la Questura che ha messo a disposizione personale per la sorveglianza periodica, e l’Amministrazione comunale di Pavia che, attraverso la Polizia Municipale, garantirà il regolare svolgimento dell’attività. Costante, anche in questo frangente, il contributo dell’Istituto Zooprofilattico di Pavia, attivo sin dall’inizio della pandemia per la processazione dei tamponi.

Dichiara Mara Azzi, direttore generale di ATS Pavia: “In un momento così delicato per il territorio di Pavia e per tutta la regione, l’allestimento della tensostruttura drive through a Pavia si è resa necessaria per potenziare il servizio e implementare, di conseguenza, le indagini epidemiologiche. Ritengo doveroso ringraziare il corpo dell’Aeronautica Militare e tutte le istituzioni che hanno collaborato fattivamente a questa struttura, compresa l’Università di Pavia, per la loro collaborazione, fondamentale in questi giorni in cui la pandemia si sta evolvendo a ritmi sostenuti in tutto il territorio”.tutto il territorio”.

Ti potrebbe interessare anche: