Pavia, Arte e Musica per un nuovo Festival di Natale in streaming

Torna a partire da giovedì 3 Dicembre 2020 il Festival di Natale organizzato in partenariato dal Centro di Musica Antica della Fondazione Ghislieri e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pavia.

Il progetto – realizzato con il contributo di Regione Lombardia – nasce per coniugare le consuete attività natalizie del Centro di Musica Antica, da sempre improntate a raggiungere tutti coloro che, per impedimenti di vario tipo, non hanno l’occasione di poter godere della musica come importante momento di condivisione, con l’opportunità offerta dall’Assessorato alla Cultura di riscoprire alcuni luoghi di Pavia spesso sconosciuti di grande bellezza e di particolare valore storico-artistico.

Il Festival si strutturerà in cinque concerti ed un ciclo di visite guidate virtuali dei Musei Civici del Castello Visconteo.

I cinque concerti in programma – registrati in location uniche, tra cui spiccano il Museo di Archeologia e l’Aula Golgi dell’Università di Pavia, la Chiesa di San Marino, Palazzo Mezzabarba e la Sala della Biblioteca di Corte del Castello Visconteo – avranno per protagonisti alcuni musicisti barocchi della scena internazionale, impegnati in programmi ideati appositamente per entrare in consonanza con le location individuate e metterne in risalto il fascino: Giuseppina Bridelli, mezzosoprano e Michele Pasotti, liuto (8/12), Ayako Matsunaga, violino e Takashi Watanabe, cembalo (11/12), il trio Maria Chiara Gallo, Diego Castelli e Rossella Policardo (15/12), Federico Toffano, violoncello (18/12).

Il ciclo di tre visite guidate alla scoperta di alcune preziose opere d’arte custodite nei Musei Civici del Castello Visconteo sarà invece a cura di Martina Pastura: il Cristo portacroce e i dieci certosini del Bergognone e la celebre Pala Bottigella di Vincenzo Foppa (3/12), l’affresco absidale con l’Incoronazione della Vergine tra i Santi, proveniente dalla chiesa di S. Agata al Monte (10/12) e la mostra Identità svelate. Hidden Portraits di Volker Hermes (17/12).

In chiusura, Coro Ghislieri, diretto da Giulio Prandi e accompagnato da Maria Cecilia Farina, Federico Toffano e Giangiacomo Pinardi e dalle voci soliste di Federico Fiorio, Marta Redaelli, Maria Chiara Gallo, Raffaele Giordani e Matteo Bellotto (22/12).

La colonna sonora dei tour virtuali sarà costituita da alcuni brani incisi da Cantoría, La Vaghezza e Butter Quartet, alcuni degli ensemble europei del progetto eeemerging+ di cui il Centro è promotore e che da sempre rappresentano il fulcro del Festival di Natale – anch’essi dunque presenti, seppure virtualmente, pur non avendo potuto raggiungere Pavia per svolgere la propria residenza artistica al Collegio Ghislieri.

Tutti gli eventi sono gratuiti, e saranno disponibili sul canale youtube del Centro di Musica Antica della Fondazione Ghislieri.

Ti potrebbe interessare anche: