Risotto con pasta di salame e Bonarda

Il risotto con pasta di salame e Bonarda è tipico pavese perchè realizzato solo con prodotti DOC della provincia.

La pasta di salame è tipica dell’Oltrepò Pavese, fuori dalla Lombardia è difficile da trovare.
Potete sostituirla con delle salsicce tipiche della vostra zona.

Se avanza non preoccupatevi, il risotto con pasta di salame e Bonarda scaldato è ancora più buono!

Ecco cosa vi serve per 4 persone:

Riso Carnaroli – Azienda Agricola RAMAIOLI 320 g
Pasta di salame 300 g
Bonarda Oltrepò pavese DOC
Scalogno 2
Grana padano da grattugiare
Burro 20 g
Brodo di carne 1 l
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

Rosolate lo scalogno affettato sottile con due noci di burro in una capiente padella.
Quando il soffritto diventerà morbido, aggiungete la paste di salame precedentemente sbriciolata con una forchetta.

Fate rosolare a fuoco vivo fino a quando non prenderà colore.

A questo punto aggiungete il riso, mescolate e sfumate con il Bonarda.
Abbassate l’intensità della fiamma e lasciate evaporare gran parte del vino.

A questo punto aggiungete due mestoli di brodo e lasciate cuocere per 15-20 minuti, fino a quando avrà raggiunto il livello di cottura che preferite.

A cottura ultimata mantecate con un po’ di burro e del parmigiano grattugiato.

Vi svelo un segreto di mia nonna..
Il suo risotto con pasta di salame e Bonarda era il più buono di tutti perchè ci aggiungeva un pizzico di spezie de “La Saporita”.
Purtroppo oggi non si trovano quasi più, ma qualche vecchio negozietto potrebbe averle ancora.

Un pensiero riguardo “Risotto con pasta di salame e Bonarda

  • 23 Settembre 2018 in 10:23
    Permalink

    ottimo

I commenti sono chiusi