Festa di Sant’Antonio tra vin brulè e falò, vicino a Pavia

In questo fine settimana in diverse zone della Lombardia si accenderanno i falò della tradizionale festa di Sant’Antonio Abate, patrono dei contadini e degli animali domestici.

La ricorrenza tramanda l’antica tradizione, legata a riti celtici, quando le campagne del contado milanese venivano illuminate da una moltitudine di falò. Le fiamme avevano un valore di purificazione ed erano propiziatrici per il nuovo raccolto.

Diversi gli appuntamenti tra Pavia e Milano:

Domenica 19 gennaio a Casorate Primo si svolge la classica manifestazione in onore a Sant’Antonio Abate, con benedizione degli animali, mezzi agricoli, sfilata di cavalli, fuoco e riffa di Sant’Antonio. Prevista la presenza di bancarelle con prodotti tipici e artigianali, degustazione con asporto di prodotti del territorio (trippa, cassoela, cotechino, marzapane, pane con l’uva e altro). La manifestazione si svolge in via Garibaldi nei pressi della chiesetta del 1400.

A Pavia città l’ appuntamento è per domenica 19 alle 15.30 in piazza del Carmine dove ci sarà la benedizione degli animali domestici.

Nel grazioso borgo di Morimondo, domenica 19 alle ore 17.00, in via Fratelli Attilio, si accenderà il “Falò di Sant’Antonio”.

Al confine tra la provincia di Milano e Pavia a Besate, venerdì 17 gennaio,  dalle ore 18.30, presso il Centro Civico di via dei Mulini, si accenderà il “Falò di Sant’Antonio”, con vin brulè, bibite e dolci per tutti i partecipanti.

Circa a 30 km da Pavia a Ozzero, domenica 19 gennaio  alle ore 17.30, presso il Parco Cereda, si terrà la “Festa di Sant’Antonio” con l’accensione del falò.

Ti potrebbe interessare anche: