Leonardo e Vigevano 2019: tutti gli appuntamenti da non perdere

Ricorre quest’anno il quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci.

La città di Vigevano ha ottenuto il riconoscimento ufficiale del legame tra la città ducale e Leonardo e vuole celebrare l’anno 2019 come anno vinciano.
Leonardo fu particolarmente legato a questa città e, alla fine del Quattrocento, visse per molto tempo a Vigevano. Nel disegnare la sua città ideale, Leonardo da Vinci si ispirò proprio alla città ducale, dove il Castello e la Piazza costituiscono un possibile modello architettonico di moderno sviluppo urbano.

Nella città ideale di Leonardo non mancano corsi d’acqua. Leonardo presso la Sforzesca mise in pratica i suoi studi delle scale d’acqua, successivamente impiegati per irrigazioni e bonifiche, tutt’ora visibili.

Da giugno i visitatori avranno la possibilità di percorrere un itinerario leonardiano, disponibile su smartphone oppure raccontato da guide turistiche. Si partirà da Piazza Ducale e dal Castello, il percorso prevede poi due diversi tipi di spostamento: al Mulino di Mora Bassa (dove è attiva la mostra dei modelli in scala delle macchine di Leonardo) e alla Frazione Sforzesca, dove ci sarà una prima tappa alla fattoria modello di fine ‘’400: “Il Colombarone“.

L’anno dedicato a Leonardo da Vinci si apre il 14 aprile 2019.

Per l’occasione sarà possibile degustare un pranzo rinascimentale, nel Borgo Antico all’interno del cortile del Castello.
Nel pomeriggio, il sagrato del Duomo sarà teatro di una speciale “Intervista con Leonardo” a cura del professor Simone Ferrari. Un dialogo “surreale” per guidare gli spettatori in un viaggio alla scoperta del genio vinciano. Il programma delle celebrazioni continua nella Cavallerizza del Castello, con uno spettacolo teatrale e a seguire un apericena con musica dal vivo e danze rinascimentali.
La giornata si chiude con uno spettacolo di fuochi d’artificio.

L’omaggio a Leonardo da Vinci prosegue con un ricco due mostre in programma:

“Leonardo Da Vinci e Guido da Vigevano: anatomia in figure”

Dal 18 maggio al 20 ottobre 2019, presso le Scuderie del Castello.
Leonardo ha infatti compiuto i suoi studi e realizzato i disegni anatomici più significativi in Lombardia, tra Milano e Pavia.
La sua intenzione di rappresentare in ‘figure’ l’intera struttura del corpo umano ha un precedente in Guido da Vigevano, autore del trattato “Anothomia designata per figuras” (1345 c.). L’esposizione sarà dunque incentrata su alcune sculture in ceroplastica, riproduzioni in tre dimensioni dei soggetti anatomici leonardiani più significativi: le opere aiuteranno i visitatori a cogliere pienamente l’intenzione rappresentativa del grande artista.

Nel segno di Bramante e Leonardo: alcuni esempi tra Milano, Vigevano e il Piemonte

Dal 4 ottobre al 6 gennaio 2020, all’interno della Pinacoteca, sarà allestita una mostra che intende mettere la produzione artistica di Vigevano al centro di una complessa trama di riferimenti e scambi culturali che toccano non soltanto Milano ma anche il vicino Piemonte e analizzerà l’influenza dell’opera di Leonardo e Bramante su diversi artisti.

Non mancano gli appuntamenti dedicati ai più piccoli:

12 marzo 2019 – Teatro Cagnoni

Lo spettacolo “Il volo di Leonardo”, creato e prodotto dalla compagnia All Crazy. Un viaggio alla scoperta di Leonardo capace di affascinare grandi e piccoli. (Alle ore 10.30 per i ragazzi e alle 21 per tutti)

Marzo – conferenze di approfondimento su Leonardo da Vinci

“Capire Leonardo. Un viaggio semplice ma indispensabile attraverso le parole chiave del suo linguaggio” e “Leonardo: perché è un genio? Perché è considerato tale? Come facciamo a capire che è più bravo degli altri?”. Riservate agli studenti.