Pavia, la mostra dedicata ai personaggi illustri in Università

Il 19 febbraio 2019, si inaugura la mostra fotografico-documentaria “Il tempo di uno scatto. Personaggi celebri in visita all’Università di Pavia”.

L’esposizione, attraverso più di un secolo di storia universitaria, segue il percorso illustrativo delle presenze di personaggi di grande rilievo, ospiti dell’Ateneo pavese in occasione di eventi particolari, quali visite “politiche” all’Università e alla città, cerimonie accademiche, inaugurazioni di monumenti, convegni scientifici, conferimenti di lauree honoris causa.

Molti personaggi sfilano, parlano e posano nella grande quantità di scatti della mostra. Dai rappresentanti della famiglia regnante durante l’epoca del fascismo ai grandi nomi della cultura e della politica, come Benito Mussolini, spesso omaggiati del prezioso riconoscimento della laurea honoris causa. Anche personaggi rappresentativi insigniti della Matricola ad honorem, ambito riconoscimento assegnato ad una personalità indiscussa nel campo delle arti, delle lettere e delle scienze nel corso del tradizionale ritrovo in Ateneo degli ex studenti pavesi: Norberto Bobbio, Federico Fellini, Giulio Natta, Enzo Ferrari e molti altri.

L’esposizione prosegue con immagini più recenti di Luigi Einaudi, Indro Montanelli, papa Giovanni Paolo II, Rita Levi Montalcini e Riccardo Muti che, con il loro passaggio, hanno dato lustro all’Ateneo pavese.

Dietro all’obiettivo, c’è l’arte di famosi fotografi che hanno svolto un prezioso lavoro per l’Ateneo, come Guglielmo Chiolini, Paolo Alessio, Luigi Nazari, Giuliano Carraro. Grandi professionisti che hanno saputo interpretare  testimonianze di eccezionale valore del rapporto tra l’Università, la città e la storia del nostro Paese.

Fondamentale il percorso storico-didascalico che ripercorre le circostanze che diedero vita all’occasione della visita illustre, le giornate, i dettagli delle ambientazioni e delle persone coinvolte. Di ogni scatto viene descritto il contesto e i personaggi, un lavoro meticoloso che offre le chiavi d’accesso per l’interpretazione dell’evento rappresentato al grande pubblico.

A corredo delle fotografie, quotidiani dell’epoca, documenti della Biblioteca Universitaria e scatti provenienti dall’Istituto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea di Pavia.

La mostra, voluta Fabio Zucca, direttore dell’Archivio storico, è stata ideata e curata da Roberta Manara, coadiuvata da Alessandra Baretta e Maria Piera Milani. In collaborazione con la Biblioteca Universitaria, l’Istituto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea e il Centro interdipartimentale di ricerca e documentazione sulla storia del Novecento.

DOVE | QUANDO

Salone Teresiano – Biblioteca Universitaria | Dal 19 febbraio al 6 aprile 2019

BIGLIETTI

Ingresso gratuito