Come cucinare i ‘Munighili’ pavesi, l’antica ricetta delle famose polpette

I ‘Munighili’ sono un piatto antico della tradizione lombarda in generale, ma che a Pavia si differenzia per gli ingredienti. La particolarità di questa ricetta è che si prepara con la carne avanzata del lesso.

Nelle case dei contadini erano un piatto di recupero, perché nulla venisse sprecato. La cosa bella del lesso è che non si butta via niente: la carne avanzata può essere utilizzata per preparare i moneghili e il brodo un gustoso risotto.

Nel 2008, i Mondeghili milanesi hanno ottenuto la Denominazione Comunale, che indica l’appartenenza di un prodotto o di un piatto a un territorio, in questo caso Milano. Per differenziarci dai cugini milanesi noi li chiamiamo ‘Munighili’.

Riportiamo la versione pavese che, a differenza di quella milanese, sostituisce il pane con le patate.

RICETTA DEI ‘MUNIGHILI’
Ingredienti per 4 persone

  • Carne già cotta 400g
  • Patate 100g
  • Mortadella a cubetti 100g
  • Uova 2
  • Pangrattato
  • Prezzemolo tritato
  • Aglio
  • Sale
  • Grana Padano

Fate bollire le patate. Una volta cotte, disossate la carne, tagliatela e mettetela nel tritacarne insieme alle patate e alla mortadella.
Unite il grana padano grattugiato, 2 uova, il prezzemolo e l’aglio tritato e create un impasto omogeneo.
Potete anche unire del pangrattato, nel caso l’impasto fosse troppo morbido.

Prendendo un po’ di composto alla volta formate delle polpette rotonde, leggermente appiattite e passatele nel pangrattato.

In un tegame lasciate fondere burro e olio e friggete, a fuoco moderato, le polpette da entrambe le parti per pochi minuti.
Sgocciolatele su carta assorbente da cucina e servite ben calde.

Quale vino abbinare
Il sommelier pavese Carlo Aguzzi consiglia di abbinare un piatto di munighili a un vino rosso frizzante, un Bonarda o un Barbera giovane.

Ti potrebbe interessare anche: