Ricetta tipica pavese: l’antica Torta di mandorle di Varzi

La Torta di Mandorle è uno dei “simboli” di Varzi insieme al salame.
Sembra che già nel ‘600, i Conti Malaspina, signori della città, a la servissero sulle loro tavole.

Le mandorle sono da sempre un prodotto tipico di questa zona, grazie al terreno particolarmente adatto.
La presenza dei primi mandorli risale a parecchi secoli fa, ai tempi dei Saraceni, quando vennero impiantate numerose piante.

Questo dolce a Varzi è detto “Ra turta d’armandor” e nel 2006 ha ottenuto il marchio Deco, la denominazione di origine comunale protetta che ne attesta la paternità.

Purtroppo la sua produzione è limitata e localizzata solo a livello provinciale: si può assaggiare la versione originale alla Pasticceria Zuffada di Varzi.
Prima di provare a farla casa, ascoltiamo i consigli dello staff della pasticceria.

Ricetta della torta di mandorle

Ingredienti

  • 125 gr. di burro
  • 150 gr. di zucchero
  • 125 gr. di fecola di patate
  • 125 gr. di mandorle pelate e tritate
  • 3 uova
  • scorza di 1/2 limone grattugiato
  • un pizzico di sale

Procedimento
In una terrina rompete le uova, separando i tuorli dagli albumi. Montate i tuorli con lo zucchero, fino a ottenere un composto gonfio e spumoso.

Unite il burro lasciato ammorbidire a temperatura ambiente, le mandorle, la fecola setacciata e la scorza di limone.
Montate a neve ferma gli albumi e incorporateli all’impasto.

Imburrate una tortiera da 26 cm di diametro, spolverizzatelo con un po’ di farina, versate il composto e livellatelo bene.
Ponete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti.
La torta sarà cotta quando, inserendo uno stuzzicadenti, uscirà asciutto.

Ti potrebbe interessare anche: