Il Castello di Lardirago, da nobile corte agricola a centro culturale

Il Castello fa parte di un complesso architettonico visconteo edificato nel XIV secolo e sorge nel comune di Lardirago, all’incirca 7 km a nord di Pavia e 25 km a sud di Milano. Fa parte del patrimonio del Collegio Ghislieri dal XVI secolo.

L’insieme fortificato sorge appena fuori dall’abitato, in posizione isolata. Si tratta di un organismo composto da due edifici separati, innalzati a loro volta sui resti di un preesistente castello: un corpo anteriore, a forma lineare, verso la strada (forse un ricetto) e un castello vero e proprio, di impianto quadrangolare con cortile dotato di portico ad archi acuti.

Nel 1569 Papa Pio V attribuì il feudo di Lardirago, con il suo castello altomedievale, al Collegio Ghislieri di Pavia, così da garantire al collegio stesso le rendite necessarie ad assolvere ai compiti istituzionali della nuova istituzione. Questa decisione, unita a donazioni e lasciti di numerosi benefattori accumulatisi negli anni, ha permesso al collegio un’autonomia di gestione mantenuta nei secoli.

Il castello è composto da diversi elementi edilizi costruiti in epoche successive.
Presenta una pianta quadrata ed è formato da quattro corpi di fabbrica di differente larghezza ma di pari altezza che, uniti ad angolo retto, formano una corte interna a pianta rettangolare. L’accesso al castello è garantito da un grande portone duecentesco, originariamente dotato di saracinesca in metallo. Tutti i prospetti esterni del castello presentano finestre di varia foggia, dovute alle tanti fasi edilizie a cui la struttura fu sottoposta.

L’omogeneità dei prospetti è interrotta nel lato orientale dalla presenza di una torre, che si erge oltre il livello della copertura. Al piano terreno della torre si trova la cappella romanica di San Gervasio (risalente all’XI secolo), alla quale si può accedere dalla corte interna. Presenta un ricco portale in terracotta della seconda metà del Trecento, mentre internamente sono recentemente venuti alla luce affreschi risalenti ai secoli XI-XII.

Il quattrocentesco castello di Lardirago è tornato a risplendere dopo una lunga e sapiente ristrutturazione a cura della Fondazione Ghislieri, per ospitare attività di ricerca, divulgazione e didattica, oltre che per valorizzare il territorio e le sue tradizioni.

VISITE

Sarà possibile visitare il Castello di Lardirago durante le Giornate Fai d’Autunno 2021. Il programma completo.

Ti potrebbe interessare anche: