La Casa dei Nonni a Zenevredo, buon esempio di cucina dell’Oltrepò Pavese

La prima domenica di autunno ci siamo ritrovati con gli amici per un pranzo alla Casa dei Nonni in località Zenevredo, appena fuori Stradella.

Purtroppo non abbiamo potuto usufruire dello spazio esterno, essendo una giornata di pioggia, ma ci siamo seduti al secondo piano della casa patronale situata all’interno di quello che poteva essere un antico borgo con un pozzo centrale. Targhe in sasso riportano in dialetto le indicazioni delle varie costruzioni, come Al Portic. 

La Casa dei Nonni offre un buon esempio di cucina dell’Oltrepò Pavese, dai salumi tipici agli arrosti passando per un buon risotto.

Solo la domenica il menù è fisso (32 euro) e comprende un antipasto, 2 primi, 2 secondi, dessert, vino, acqua e caffè.

Dopo un antipasto di salumi (buona la pancetta), una torta rustica e un’insalata russa in cialda, siamo passati a due primi: risotto taleggio e pere (ottimo) e tortelli radicchio e speck. Come secondo: una coppa arrosto (tenerissima) con patate e l’anatra ripiena. Abbiamo trovato molto originale e buono il dolce, un delizioso creme caramel con mele caramellate.

Dall’antipasto al dolce si assapora la tradizione, il tutto accompagnato da una bottiglia di Bonarda di produzione dell’Agriturismo. Da tornarci sicuramente!

Ti potrebbe interessare anche: