Le 4 mostre da non perdere questo mese a Pavia

Le mostre a Pavia da non perdere a Pavia e dintorni:

Looking for Monna Lisa. Misteri e ironie attorno alla più celebre icona Pop

Dal 24 novembre al 29 marzo 2020, una mostra diffusa nelle più importanti sedi dedicate all’arte di Pavia, celebra il quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci e approfondisce il legame del genio fiorentino con la città. L’esposizione, a cura di Valerio Dehò, indaga sui misteri e sulle leggende che riguardano la celebre figura della Monna Lisa e offre opere di arte contemporanea, dalla pittura alla scultura, dall’installazione a lavori multimediali, tutte accomunate dal rapporto imprescindibile con il passato, con la storia e con il grande Maestro. I luoghi della mostra: chiesa sconsacrata di Santa Maria Gualtieri, Spazio Arti Contemporanee del Broletto, Castello Visconteo e Piazza del Municipio.

Oltre lo sguardo. Volti e ritratti nella pittura italiana tra Quattro e Cinquecento. Antonello da Messina a Pavia

Dal 5 dicembre 2019 al 29 marzo 2020, presso i Musei Civici, Il Ritratto d’uomo Malaspina di Antonello da Messina torna a Pavia, e la città si propone come originale palcoscenico per un’imperdibile esperienza immersiva nell’arte e nelle sue suggestioni dal Quattrocento ai nostri giorni.

ORARI DI APERTURA
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. La biglietteria chiude alle 17.15. Chiuso il martedì, il 25 e 26 dicembre e il 1 gennaio.
BIGLIETTI
Intero: 4 euro. Gratuito: under 26, over 70, possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano.

Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell’arte giapponese

Dal 12 ottobre 2019 al 9 febbraio 2020, alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia, una mostra pone a confronto il fascino delle stampe giapponesi di autori quali Katsushika Hokusai (1760-1849), Utagawa Hiroshige (1797-1858) e Kitagawa Utamaro (1753-1806) con quelle di artisti quali Edouard Manet, Henri Toulouse Lautrec, Pierre Bonnard, Paul Gauguin, Camille Pissarro e altri. Circa 170 opere, provenienti dalla collezione d’arte asiatica della Johannesburg Art Gallery, a cui si aggiungono 29 stampe ukiyo-e di proprietà dei Musei Civici di Pavia, databili a prima del 1858, ed eseguite da quattro allievi di Utagawa Toyokuni, grande maestro della tecnica ukiyo-e nell’Epoca di Edo.

ORARI DI APERTURA
Dalle 9.00-19.00 (domenica chiuso)
BIGLIETTI
Intero: 12 euro, Ridotto: 10 euro (ragazzi dai 13 anni ai 18 anni, over 65, gruppi precostituiti di adulti min. 15 persone max. 30 persone). Ridotto Università di Pavia: 7 euro (riservato agli studenti dell’Università di Pavia che si presenteranno in biglietteria con il tesserino in corso di validità). Scuole e bambini: 5 euro (bambini dai 7 ai 12 anni). Audioguida inclusa nel prezzo.

Gratuito: possessori Abbonamento Musei Lombardia Milano, giornalisti muniti di tesserino dell’Ordine dei Giornalisti con il bollino dell’anno in corso, accompagnatori gruppo adulti (uno per gruppo). Accompagnatori scolaresche (due per gruppo), bambini under 6 anni, visitatori disabili muniti di certificazione attestante un’invalidità superiore al 74%, accompagnatore del visitatore disabile (solo in caso di non autosufficienza).

“Capire il cambiamento climatico”

Dal 21 settembre 2019 al 6 gennaio 2020, presso il Museo Kosmos a Palazzo Botta, una mostra è dedicata all’inquinamento dei mari dovuto alla plastica. Una parte del percorso è rivolta ai consumi pro capite di materiale plastico monouso. La sezione video guida il visitatore dai mari più incontaminati del pianeta ad ambienti acquatici fortemente compromessi dalla diffusione di macro e microplastiche.

ORARI DI APERTURA
Martedì-domenica 10.00-18.00
BIGLIETTI
Accesso gratuito con il biglietto di Kosmos

L’acqua che tocchi… Leonardo, anima e materia

Dal 12 ottobre al 12 gennaio 2010, nella restaurata cripta romanica della cattedrale che ospita il museo diocesano, oltre 50 opere a sottolineare quale grande risorsa abbiano rappresentato nei secoli i corsi d’acqua per il territorio pavese: antiche pergamene, mappe, trattati, il modello delle Conche del Naviglio (mai esposto prima), si alternano ai dipinti di Francesco Trecourt, Pompeo Mariani, Riccardo Pellegrini, Ezechiele Acerbi e alle vivide immagini fotografiche di Guglielmo Chiolini che ci restituiscono la centrale importanze dell’acqua, grande ed eterna decoratrice della terra.

ORARI DI APERTURA
Il sabato e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 (in dicembre, orario continuato 10-19) e dalle 15 alle 17 il giovedì e venerdì. Info e prenotazioni: prenotazionimostra@fondazionepv.it

“JAZZ in PHOTO 2019”

Dal 15 novembre al 15 dicembre 2019, presso il Caffè Teatro in Strada Nuova, una mostra fotografica che si rinnova ed arricchisce ogni anno, con nuove immagini che entrano a far parte dell’esposizione. Ormai sono circa 30 ritratti di musicisti e cantanti, fra i più importanti e famosi della scena jazz internazionale, eseguiti da Adriano De Carli nel corso di rassegne musicali, festival e nei più prestigiosi locali, come il celebre Blue Note di Milano, considerato il tempio del jazz in Italia.

Inaugurazione Venerdì 15 Novembre 2019 alle ore 21 al Caffè Teatro, con un concerto di Tito Mangialajo Rantzer e Joe Fonda.

ORARI DI APERTURA
La sera, orari di apertura del locale
BIGLIETTI
Ingresso gratuito

Ti potrebbe interessare anche: