Pavia, San Siro 2020: premi a chi sta in prima linea contro il coronavirus

Si avvicina la data di San Siro, patrono di Pavia.
E’ un giorno di festa per la nostra città e sarà anche il giorno in cui verranno assegnate le benemerenze di San Siro: le riconoscenze del Comune destinate ai cittadini che si sono particolarmente distinti per la loro attività professionale o per un impegno profuso a livello sociale o culturale.

In un anno così difficile, condizionato dall’emergenze coronavirus, per l’edizione 2020 si premiare e riconoscere l’importanza e la tenacia di tre protagonisti in prima linea contro il Covid-19.

I nomi benemeriti che riceveranno la medaglia d’oro raffigurante il ”Regisole” e l’attestato sono:

  • Professor Raffaele Bruno, primario del reparto Malattie Infettive del Policlinico San Matteo. Il professore ha curato Mattia, il «paziente 1» e si è distinto non solo per le sue capacità professionali, ma anche umane.
    «Con Mattia siamo rimasti legati, dice che per lui sono un secondo padre» – afferma  Bruno.
  • Annalisa Malara, anestesista all’ospedale di Codogno, laureata a Pavia.
    Diagnosticò a Codogno il primo caso di Coronavirus in Italia.
  • Alla memoria di Francesca Compiani, pediatra per anni al Policlinico San Matteo di Pavia dove è deceduta a causa del Coronavirus.

La cerimonia di consegna delle Benemerenze di San Siro si terra mercoledì 9 dicembre 2020. Le modalità  di premiazione devono ancora essere comunicate.

Ti potrebbe interessare anche:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *