L’opera dell’artista pavese Lady Be viene copiata da Banksy

La ragazza con l’orecchino diventa un’infermiera protetta da una mascherina. La notte del 22 aprile a Bristol, in Inghilterra, uno dei più celebri graffiti di Banksy è stato “ritoccato” da ignoti che hanno aggiunto una mascherina azzurra sul volto della ragazza. Avranno preso ispirazione da questa opera di Lady Be?

L’infermiera con l’orecchino di perla” dell’artista internazionale Lady Be è diventato anche la copertina del libro «Covid-19 – Il Virus della Paura» uscito venerdì 24 aprile. Il primo testo espressamente dedicato all’argomento, a cura del primario del reparto di Malattie infettive del policlinico Tor Vergata di Roma Massimo Andreoni e dello psicoterapeuta Giorgio Nardone, direttore della scuola di specializzazione post laurea in psicoterapia breve e strategica e docente di psicologia del cambiamento alla Link University.

Un volume che intende fornire uno strumento di riflessione in più ai lettori, in questi tempi d’incertezza e confusione, il cui contenuto intende divulgare informazioni scientificamente corrette ai tempi del Coronavirus.

Il volume è dedicato in particolare ai medici, infermieri e operatori sanitari di Brescia, Bergamo, Cremona, Lodi, Milano e a tutte le persone delle province italiane colpite dal virus. Ma, più in generale, rappresenta un omaggio a tutta la popolazione italiana, che ha resistito e ancora resiste in questa inedita fase pandemica.

Si tratta di una pubblicazione basata su analisi scientifiche e fonti giornalistiche autorevoli, liberamente tratta dal docu-film omonimo di prossima uscita.

Il ricavato della vendita dell’opera di Lady Be (6.500 euro), è stato interamente devoluto a Croce Rossa Italiana, Ospedale Luigi Sacco di Milano, Ospedale Spallanzani di Roma e Policlinico San Matteo di Pavia.

Ti potrebbe interessare anche: