‘Bollicine dell’anno’, il Gambero Rosso premia una cantina dell’Oltrepo Pavese

E’ arrivato un importante riconoscimento per una cantina dell’OItrepo. Il Gambero Rosso ha infatti assegnato il premio ‘Bollicine dell’anno’ al Farfalla Cave Privée 2011 della cantina Ballabio. Questo prestigioso premio rende giustizia a un territorio bellissimo e ad un’azienda storica  che ha deciso di produrre e commercializzare con il proprio marchio ‘Farfalla’ solo Metodo Classico.

L’azienda fondata nel 1905 da Angelo Ballabio, oggi è di proprietà della famiglia Nevelli che, dopo aver rinnovato completamente la cantina, avvalendosi delle più moderne attrezzature tecnologiche, desidera portarla a un livello successivo, facendola diventare un punto di riferimento del mondo spumantistico in terra pavese.

Nell’intervista al sito del Gambero Rosso , Mattia Nevelli descrive così il cuvée vincitore del premio: ”Cave Privée è nata dall’idea di mio padre: mettere via ogni anno dei lotti per noi, per creare uno storico. È figlia di tre vigne, due a Casteggio, una a Montecalvo a Versiggia. Anche la bottiglia è diversa rispetto alle altre, perché era iniziato come un gioco per studiare, per verificare l’andamento delle annate più belle, una collezione di famiglia. Questa è la prima annata, la 2011, prodotta in 4800 bottiglie, che avevamo messo da parte e dimenticata. Quando abbiamo iniziato ad assaggiarla nel 2018 siamo rimasti stupefatti, così abbiamo deciso di condividere questa emozione. Volevamo dimostrare che in Oltrepò Pavese si possono produrre bollicine capaci di competere ai massimi livelli in Italia e nel mondo“.

Un territorio, quello dell’Oltrepo Pavese che ha tanto potenziale: “L’Oltrepò può puntare a essere non solo alla pari -racconta sito del Gambero Rosso, Mattio Nevelli– ma sopra le altre zone spumantistiche italiane e lo dimostrano i fatti. Sono sicuro che con l’arrivo delle nuove generazioni in molte cantine, che stanno puntando sul pinot nero e sul metodo classico, specializzandosi, ci sarà un’altra consapevolezza: abbiamo 3mila da mettere a frutto, abbiamo anche la quantità. Ci sono tutte le carte in regola per uscire da questa confusione utilizzando la carta della qualità

Ti potrebbe interessare anche: