Pavia, ex area Necchi: svolti i primi interventi per la bonifica

Il Comune di Pavia ha aggiornato, attraverso un comunicato stampa, sulla situazione del progetto che riguarda la riqualificazione dell’ex area Necchi.

“In questi due mesi” – si legge nel comunicato – “nonostante l’emergenza COVID-19, si è lavorato in diverse direzioni per procedere alla riqualificazione delle ex aree industriali della Città.

In primo luogo, sono proseguite le azioni necessarie all’avvio della bonifica dell’ex area Necchi, che oggi rappresenta il focus principale per la salubrità dei luoghi e dunque per la sicurezza e la salute dei cittadini. La proprietà ha informato il Comune di Pavia che è stata terminata la mappatura di tutti i materiali, compresi quelli pericolosi, presenti soprassuolo.

Questa settimana, in particolare modo, è stato avviato il confronto tecnico riguardante il Piano di caratterizzazione dell’area, consegnato dalla proprietà a fine febbraio 2020. Il Piano di caratterizzazione prevede l’analisi e la valutazione da parte di enti diversi come Provincia, Arpa ed ATS.

La mappatura dei materiali, realizzata in coordinamento con ATS, è il presupposto necessario per la redazione del piano di lavoro per lo smaltimento dei rifiuti. Terminata e validata la mappatura, sono quindi previsti il prelievo di campioni dei rifiuti, le analisi e definizione dell’idonea tipologia di smaltimento. È indispensabile agire rapidamente. Tempi e procedure sono lunghe e articolate, ma è necessaria la massima tempestività” – ha dichiarato il Sindaco di Pavia, Fabrizio Fracassi.

“Nelle scorse settimane” – prosegue il comunicato – “sono stati promossi nuovi incontri con soggetti del territorio portatori di interesse, come il Policlinico San Matteo e l’Università, per definire le priorità e per strutturare sinergie a favore dei diversi utenti.

La proprietà ha confermato la volontà di proseguire lungo la direzione già espressa in Consiglio Comunale, a favore della rigenerazione dell’area, realizzando un intervento centrato sulla sostenibilità, l’integrazione con la Città e a misura di cittadino. Punti essenziali, condivisi e richiesti dall’Amministrazione comunale”.

Ti potrebbe interessare anche: